TOP TEN MUST READS TOP AUTORI RECENSIONI CONSIGLI DI LETTURA RIEPILOGHI ANNUALI WISHLIST VENDO/SCAMBIO

ULTIME RECENSIONI TOP – DA NON PERDERE ASSOLUTAMENTE!

'Onyx (Lux #2)
ACQUISTA
Sweetest Venom (Virtue, #2)
ACQUISTA
Love Unspoken (Flawed Love #2)
ACQUISTA
Shatter Me (Shatter Me #1)
ACQUISTA
Shameless (Shame On You #1)
ACQUISTA
Obsidian (Lux #1)
ACQUISTA
Balance (Off Balance #1)
ACQUISTA
Una bellissima colpa
ACQUISTA
Slammer
ACQUISTA
Where Lightning Strikes (Bleeding Stars #3)
ACQUISTA
On Every Street (The Nocte Trilogy #1)
ACQUISTA
'Til Death: Volume Two ('Til Death #2)
ACQUISTA
'Til Death: Volume One ('Til Death #1)
ACQUISTA
Vanilla (Alex Kennedy #3)
ACQUISTA

domenica 1 maggio 2016

Recensione: Voglio vivere prima di morire di Jenny Downham

Buon 1° Maggio a tutti i lavoratori :D
Questa domenica abbiamo una recensione-non-recensione del romanzo Voglio vivere prima di morire di Jenny Downham. Purtroppo ho vissuto recentemente la situazione narrata in questo libro, quindi non sono stata capace di scrivere una recensione, non me ne vogliate. So bene che in tantissimi non amano storie di questo genere, che addirittura accusano gli autori, dicendo che già la vita fa schifo e almeno nei libri vogliono sognare e stare bene. Ma questo è un atteggiamento sbagliato. Perché ci sono romanzi come questo che sono piccoli gioielli dal valore inestimabile
Perciò i miei più sentiti complimenti a Jenny Downham per la delicatezza con cui ha trattato un argomento di questo calibro. E tantissimi complimenti anche a Dakota Fanning e Jeremy Irvine, i due attori che hanno magistralmente interpretato Tessa e Adam nella trasposizione cinematografica (Now is good).
Ci sono libri che non si dimenticano.


VOGLIO VIVERE PRIMA DI MORIRE
JENNY DOWNHAM

Narrativa YA | 343 pag. | 21 Ottobre 2009 | Bompiani
★BestoftheYear ❤TopFav

Tessa ha sedici anni ed è condannata dalla leucemia. Sapendo di avere a disposizione solo qualche mese di vita e con tutta la rabbia del caso, decide di stilare una lista di cose da fare prima di morire, che la facciano sentire viva e le diano l'impressione di avere avuto una vita completa. In questa lista, la cosa n. 1 è fare sesso. Poi c'è provare qualche droga; passare un giorno a fare shopping senza limiti, comprandosi tutto quello che vuole; viaggiare; rivedere i suoi genitori (separati) di nuovo insieme. A condividere con lei questi mesi e questi desideri, c'è Zoey, una sua amica un po' "sbandata", che vuole sempre trasgredire e superare i limiti e che Tessa adora perché è l'unica che non la tratta da malata, ma anzi, cerca di farla "sballare" con lei. Inizia così la corsa di Tessa contro il tempo, fra sesso, discoteche, droghe, piccoli furti. Fino al fatale incontro con Adam e con l'amore che strapperà Tessa da ogni paura.

Così reale da farti male. Malissimo.

Mio padre è morto a mezzanotte del 1 Febbraio 2016.
Tumore al polmone destro, con metastasi surrenali e cerebrali. Negli ultimi mesi si è esteso alla pelle e alle ossa. Ci ha messo otto mesi per divorarlo, neanche un anno.

Non avrei dovuto acquistare questo libro.
Non avrei dovuto vedere il film, qualche settimana fa.
Non avrei dovuto leggere questo libro.

Perché l'ho vissuto, e anche noi non siamo riusciti a salvare papà.

 E' da troppo tempo che sto male, la malattia mi ha gonfiato il corpo e l'ha fatto marcire, mi ha chiazzato la pelle, sfaldato le unghie, sterminato i capelli e riempito di nausea fin dentro le ossa.
Non ho vissuto bene questa lettura, ed è comprensibile, no? Perciò non ve ne posso parlare. Mi posso limitare a riportarvi le citazioni che più mi hanno colpito, ma nulla di più. Credo che chi abbia visto una persona amata svanire per colpa del cancro percepisca questo romanzo in modo del tutto diverso da un altro lettore.
 Adam dice: "Tu mi piaci, Tessa."
 Deglutisco, mi fa male la gola. "Davvero?"
 "Quando sei venuta a buttare la roba nel falò hai detto che volevi liberarti di tutte le tue cose. Hai detto che mi guardavi dalla finestra. Di solito la gente non parla così."
 "Ti ho spaventato?"
 "Al contrario." Si guarda i piedi, come se potessero suggerirgli qualcosa. "Però non posso darti quello che vuoi."
Forse posso parlarvi di Adam.
Questo ragazzo è un Angelo ▬ sì, con la A maiuscola. Non credo in queste cose, ma riconosco che Adam è stato il custode di Tessa, fino alla fine.
"Tessa," dice. E' un avvertimento, lo so, ma non importa.
"Cos'è la cosa peggiore che può succedere?"
"Che faccia male," dice.
"Fa già male."
Ma per quanto la storia di Adam e Tessa mi abbia distratto, non potevo dimenticare che il Male era sempre lì, in agguato.
Pronto a esplodere in un fiume di sangue.
Epistassi.
Io ho un unguento per il naso che si chiama Epistas.
"Devi smetterla, papà."
"Smettere cosa?"
"Di far finta che guarirò."
Ho odiato tutti i miei parenti che erano sempre così ottimisti. Esserlo, in queste situazioni, è una sporca presa in giro. Io e la mamma non lo siamo mai state.
Avrei voluto prendere un coltello e tagliare via i sorrisi di tutte le persone che venivano a trovare papà.
 "Adam è ancora un ragazzo, Tessa. Non devi contare troppo su di lui: potrebbe deluderti."
 "Non mi deluderà."
 "E se lo facesse?"
 "Ci sei sempre tu, no?"
Sì, le persone che ti amano non ti abbandonano.
Mai.
Non importa quanto sia dura.
If you love someone, you don't leave them.
"Non lasciarmi cadere."
"Ti tengo."
"Sto cadendo"
"Sono qui. Ti tengo."
Ma a un certo punto non puoi più farlo.
 "Io ti amo," mi sussurra rabbiosamente nell'orecchio. "E' la cosa più dolorosa che abbia mai fatto in vita mia, ma ti amo. Quindi non azzardarti a metterlo in dubbio. Non azzardarti mai più!"
A un certo punto, il Male ti farà ciao ciao con la sua schifosa mano scheletrica, un sorriso storto, e si porterà via chi ami.
 "Tra un po' comincerà a passarti la voglia di mangiare. Probabilmente avrai molta voglia di dormire. In genere non ti andrà di parlare, ma tra un sonno e l'altro potresti accumulare energie sufficienti per qualche breve conversazione. Potresti persino aver voglia di andare giù in salotto o anche in giardino, se fa abbastanza caldo e se tuo padre se la sente di trasportarti. Ma soprattutto dormirai. Tra qualche giorno comincerai a perdere e riacquistare conoscenza, e in quella fase potresti non essere più in grado di interagire, però avvertirai la presenza delle persone intorno a te e sarai in grado di sentirle parlare. Alla fine, Tess, scivolerai via."
L'ultima cosa che sono riuscita a dire a mio padre, quando ancora mi sentiva, è stata: «Stasera fa Pretty Little Liars, lo sai?». Lui si è portato l'indice alle labbra, come Aria, e . . .
Shhh

Alla fine del libro ci sono quattro pagine con scritto ANNOTAZIONI.
Ancora non ho trovato il coraggio di scriverci.

Istanti. Si avvicinano tutti a questo.




ACQUISTA IL ROMANZO SU






GUARDA IL VIDEO UFFICIALE DI I KNOW YOU CARE BY ELLIE GOULDING




CONOSCI L'AUTRICE

Jenny Downham, trentenne, è un ex attrice e vive a Hackney. Il suo primo romanzo, Voglio vivere prima di morire (2008, ora nei Tascabili Bompiani) è stato finalista al Guardian Award 2007 e ha vinto il Branford Boase Award 2008.

20 commenti:

  1. Ciao Chiara. Non ho letto tutta la tua recensione, poichè conosco un po' la storia anche senza aver letto ancora il romanzo, mi sono bastate le tue frasi, coglierle ad istinto, per capire. Non riesco a leggere tutto e sono d'accordo con te, esistono libri meravigliosi anche se parlano di dolore e di ferite, libri che si sentono molto più della vita stessa, perchè sono essi stessi Vita.

    RispondiElimina
  2. E va bé.... ho le lacrime ovunque <3

    RispondiElimina
  3. Ciao Chiara come te amo le storie intense e tragiche, facciamoci del bene no?
    Ma sono come una calamita per me, Margaret Mazzantini è la mia autrice preferita in questo senso, ma ho letto molti altri libri che mi hanno toccata profondamente perchè ho condiviso la situazione narrata, nella mia vita. Cento giorni di felicità e Wondy sono un esempio.
    Ti avvolgo con un grandissimo abbraccio virtuale e segno il titolo ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao carissima, grazie mille per essere passata ♥
      Anch'io ho scoperto la Mazzantini da poco, con Nessuno si salva da solo, e me ne sono innamorata! Vado subito a informarmi sui titoli che hai citato :D
      Un forte abbraccio xxx

      Elimina
  4. Non ho mai pianto per una recensione. Sei straordinaria ♥

    RispondiElimina
  5. Questo libro ce l'ho in attesa in TBR, come ti avevo scritto in un commento tempo fa.
    Ed è in attesa perché so che è un libro che ha bisogno di essere letto in un momento particolare, lo devi sentire "dentro" quando è il momento "giusto".
    A me era capitato con "The Fault in Our Stars" - l'ho letto subito dopo aver perso qualcuno e alcune frasi sono state capace di farmi singhiozzare ma anche di alleviare le mie sofferenze.
    Ti abbraccio forte perché anche io non sarei stata in grado di scrivere una recensione se avessi letto questo libro tredici anni fa dopo aver perso mio nonno - anche lui per un Male che se lo è portato via nel giro di sei mesi.
    Leggere quello che hai scritto mi ha riportata indietro ai miei 14 anni e ti abbraccio ancora più forte perché riesco a capire quello che stai passando. <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hi Alice ♥
      Grazie infinitamente, ricambio l'abbraccio xxx

      Elimina
  6. Avevo già una mezza idea di leggerlo e devo dire che leggendo la tua recensione mi sono convinta del tutto! Adoro le storie intense come questa e adesso non vedo l'ora di leggerla!

    Ps. Ti ho nominata in un tag dal titolo "Avrebbe assolutamente dovuto... book tag" (Ti lascio il link: http://unlibronelcassetto.blogspot.it/2016/05/avrebbe-assolutamente-dovuto-book-tag.html)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ali :D
      Grazie mille, vengo subito a vedere ♥

      Elimina
  7. Chiara, questa forse è la migliore recensione-non recensione che io abbia mai letto. Non capita spesso di leggere post come questi, così personali e profondi. Mi hai commossa. Ti abbraccio virtualmente. <3
    Parlando del romanzo vero e proprio: volevo leggere questo libro da tempo, ma sono sempre stata frenata, perchè 'allergica' ai finali strazianti, stile 'Io prima di te', perciò ti chiedo: me lo consiglieresti o meglio starne alla larga?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie infinitamente, Rosalba, ricambio l'abbraccio ♥

      Dunque, questo non è un romance, è narrativa, quindi è veramente molto realistico. Insomma, non indora la pillola, ecco. E' anche narrato in maniera molto particolare, si concentra sulle sensazioni, ma è veramente brutale e diretto. Non ho letto Io prima di te, ma penso che sia del tutto diverso, molto molto più duro :) però io lo consiglio, ovvio! :P

      Elimina
  8. Hai scritto parole verissime e stupende e strazianti che arrivano direttamente dal cuore
    Un abbraccio forte Chiara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ♥ ricambio con egual forza!

      Elimina
  9. Questa recensione mi ha emozionato tantissimo, un grande abbraccio ♥ e... leggerò questo libro quando sarò pronta, se mai lo sarò...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì, è una lettura da affrontare nel momento giusto.
      Ricambio l'abbraccio, Gaia ♥

      Elimina
  10. Ciao Chiara,le tue parole mi hanno commossa profondamente. Spesso cerchiamo nei libri un momento di evasione per allontanarci da una realtà che non ha alcuna pietà per noi. Ho perso anch'io una persona cara per un male inguaribile, tre mesi è durata la mia speranza poi il nulla. Non so se leggerò questo libro per non riprovare quel dolore assoluto che stravolge l'animo e ti lascia sola e disperata. Un abbraccio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie immensamente, cara ♥
      Un abbraccione!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Codice Linkwithin