'riley
RECENSIONE
enchant
BOOK BLITZ
'dirt
CHAPTER REVEAL
sex not love
COVER REVEAL

Teaser Tuesday
Tutto il buio dei miei giorni di Silvia Ciompi




«Noi siamo cicatrici, siamo incendi, siamo bruciature e cenere.»

Camille ha vent'anni, ama lo stadio nelle domeniche di primavera, con le maniche corte e le bandiere mosse dal vento, e ama la sua curva, in ogni stagione. Lì salta sugli spalti, tiene il tempo con le mani: è la cosa che ama di più al mondo. È l'unico posto dove si sente davvero viva.
Ma un giorno, proprio fuori dallo stadio, la sua vita si spezza. Un'auto con a bordo un gruppo di ultras la investe.Tra di loro c'è anche lui: in curva tutti lo chiamano Teschio. Sembra il cliché del cattivo ragazzo, ricoperto di tatuaggi e risposte date solo a metà. Eppure Teschio e Camille sono come due libri uguali rilegati con copertine differenti. Due anime che non hanno fatto in tempo a parlarsi prima, a guardarsi meglio. Si sono passati accanto migliaia di volte, ma non sono mai stati davvero nello stesso posto. Lo sono ora.
Ora che il dolore si è mangiato tutto ciò che Camille era.
Teschio, però, non è disposto a lasciarla spegnere, lei che è vita, energia elettrica allo stato puro. E il tempo insieme diventa per entrambi come ossigeno dopo una lunghissima apnea. Nonostante tutto. Perché stringersi l'uno all'altra è l'unico modo che hanno per mischiarsi un po' di dolore, un po' di forza. E forse anche un po' di amore.

Tutto il buio dei miei giorni è lo straordinario esordio di Silvia Ciompi, una giovane autrice italiana, già apprezzata su Wattpad da oltre tre milioni di lettrici, e tuttora in vetta alle classifiche. Una potente e struggente storia d'amore che ci ricorda che, quando tutto sembra perduto, l'amore è l'unica luce dentro al buio.




Editore: Sperling & Kupfer
Genere: New Adult
Data di pubblicazione: 10 Aprile 2018



TUTTO IL BUIO DEI MIEI GIORNI
SILVIA CIOMPI




Sapevo che questo libro avrebbe toccato un nervo scoperto. L'ho capito fin dall'incipit. Lo sto amando molto, e sto anche soffrendo. Non manca molto alla fine e ho seriamente paura di ciò che deve ancora succedere! Ma nel frattempo voglio farvi dare uno sguardo a una delle scene iniziali che mi ha colpito tanto...


  Non ci vedo più.
  Glielo stampo sulla faccia: uno schiaffo pieno di rabbia.
  Lui storce la mascella, ma sorride.
  «Era ridicolo, lo sai vero? Picchia meglio un bimbo di tre anni.»
  «Scusami se non sono brava come te a spaccare la faccia alla gente.»
  «Brava, spezzata, sei molto più abile a parole.»
  Gliene tiro un altro, gli cancello quel ghigno da stronzo che ha.
  «La devi smettere di chiamarmi così.»
  «Io ti chiamo come mi pare, spezzata
  Lo disprezzo, ogni volta che lo dice lo disprezzo un po' di più. È piegato di fronte a me, mi guarda e ride. Mi manda fuori di testa.
  E faccio una cosa squallida, tanto quanto la frase che mi ha detto lui. Una cosa che non avevo mai fatto prima in vita mia.
  Gli sputo in faccia.





ACQUISTA ADESSO LA TUA COPIA




SEGUI SILVIA CIOMPI

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Codice Linkwithin