'riley
RECENSIONE
enchant
BOOK BLITZ
'dirt
CHAPTER REVEAL
sex not love
COVER REVEAL

Recensione
Il giardino d'estate di Paullina Simons

Il giardino d'estate di Paullina Simons
Serie: The Bronze Horseman #3
Editore: Rizzoli
Data di pubblicazione: 24 Gennaio 2013
Genere: Romance Storico
Acquista: Amazon | Kobo | iBooks | Google Play


La travolgente storia d'amore tra una donna coraggiosa e un uomo in lotta per ritrovare la pace con il mondo e con se stesso. Dopo annidi dolorosa separazione, Tatiana e Alexander sperano di realizzare i loro sogni di libertà in America. Il figlio Anthony è la prova vivente che nessuna distanza può tenerli lontani. Eppure si sentono estranei, ancora turbati dai fantasmi delle tragedie vissute. Ex capitano dell'Armata Rossa, Alexander vive con sospetto e paura il clima della Guerra fredda e Tatiana non riesce a ritrovare con lui l'intimità di un tempo. Quando Anthony si arruola volontario in Vietnam e scompar enella giungla, Tatiana e Alexander sentono che gli incubi del passato sono tornati. Potranno ancora passeggiare nel Giardino d'Estate?



RECENSIONE DA 4 STELLINE


Dopo aver amato amato amato Il cavaliere d'inverno (clicca qui per leggere la mia recensione da 6 stelline) mi ero completamente arenata con il secondo capitolo della trilogia, trovandolo troppo pesante soprattutto per via dell'immensa separazione dei protagonisti, che si rincontrano dopo la bellezza di 600 pagine. Così, senza perdermi d'animo, avevo proseguito con il terzo volume... Ma, ahimè, ero tanto esausta che dovetti metterlo in stand-by!
E ora, quattro mesi dopo, eccomi di nuovo a parlare delle ultime fatiche degli intrepidi Tatiana e Alexander . . .

Voglio essere sincera: a parer mio, la storia andava interrotta massimo con il secondo libro. A volte, certe cose è meglio lasciarle all'immaginazione del lettore, non trovate? Il motivo? Eccolo qui.
 "Vieni a casa e..." – aveva ancora abbastanza buon senso da ridurre le parole a un sussurro – "faremo l'amore in quel modo che ti piace tanto..."
 Fissandolo, lei gli scostò i capelli e, chinatasi, lo baciò sulla fronte. "Talvolta 'quel modo' è un po' brusco per tua moglie", mormorò. "Finisci il caffè, mettiti il ghiaccio sulla testa, riprenditi un po', vai a casa. Anthony è solo."
 "È da Sergio", bofonchiò. "Lui non è solo."
 Tatiana si liberò con dolcezza. "Ho delle ossa fratturate nel padiglione, un'arteria mediana spaccata, uno stomaco perforato e un cuore instabile. Devo andare."
 Allontanandosi, girò la testa. "La prossima volta che vieni", concluse, "togliti il rossetto dalla faccia, Alexander."
Occhio non vede, cuore non duole! Eppure, eppure... È stata proprio questa parte del romanzo a catturarmi con la stessa intensità con cui fui rapita nel primo volume. La noia dell'assistere alla vita quotidiana post-guerra post-Russia di Tatiana e Alexander è stata letteralmente spazzata via dal turbine di emozioni concentrate nella penultima sezione del libro. Scoprire che il nostro Alexander non è, purtroppo, diverso da tutti gli altri uomini è stato un pugno nello stomaco. Un vero e proprio montante che mi ha tolto il respiro. Sapevo bene che sarebbe successo (yep, io so sempre tutto!) ma di certo non ero assolutissimamente preparata per il dolore che mi ha costretto in una morsa terribile. È questa la parola che mi viene in mente per descrivere ciò che avviene tra Tatiana e Alexander in queste decisive pagine: TERRIBILE. Una paura tremenda si è insinuata dentro di me, man mano che la resa dei conti si avvicinava, fino a trasformarsi in puro terrore al momento del confronto tra moglie e marito. CHE EMOZIONI SPAVENTOSAMENTE FORTI!
Se il romanzo si fosse fermato qui, avrei dato sicuramente un voto più alto. Ma purtroppo, dopo questa esplosione che lascia disarmati, la storia prosegue con degli avvenimenti di cui non ho compreso l'utilità.

In conclusione conclusionissima, questa trilogia è un Must! Bisogna leggerla per imparare cosa sia l'amore assoluto, quello di Tatiana e Alexander. Un amore intramontabile. Un amore granitico. Un amore che va oltre la vita, oltre la morte. L'AMORE.


Solo il vero amore può sopravvivere a tutto questo.



I romanzi della trilogia de Il cavaliere d'inverno



SEGUI PAULLINA SIMONS


Vedi altre raccomandazioni in:

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Codice Linkwithin